Granfondo delle 3 Regioni Cittá di SAPRI - Associazione Ciclistica ASD Sapri-Bussento

NEWS ed EVENTI

[ Vai all'archivio ]

 

Bagnara Calabra (Reggio Calabria) - “Io cerco il Sud in ogni sguardo, in ogni colore. Amo il Sud con la sua gente, la sua dignità. Sento il Sud come il tuo corpo nell’intimità

Torna al Sud come si torna sempre all’amore. Torno da te con desidero e con timore” canta Fiorella Mannoia nella canzone “Torna al Sud” un omaggio al Sud dell’Italia e del Mondo. Come un omaggio al Sud, alla Calabria e la sua splendida terra vuol essere la seconda edizione della Gran Fondo di Bagnara Calabra in programma il prossimo 3 Maggio 2015 ed inserita nel calendario gare dei circuiti Coppa Sicilia, sin dalla sua prima edizione, e Regno delle Due Sicilie.

La “Perla del Tirreno” o anche “Terra dell’Eterna Primavera” è una ridente cittadina costiera situata al centro della Costa Viola, tra i colli aspromontani e il Mar Tirreno che farà da cornice naturale all’evento organizzato dai dirigenti della società ciclistica Team Bike Bagnara. Conosciuta per la pesca del pescespada, la produzione dolciaria (torroni) e la bagnarota, Bagnara Calabra è stretta tra due promontori, quasi come una gemma incastonata, e conserva le caratteristiche tipiche dei borghi marinari, con il porticciolo affollato di pittoresche imbarcazioni multicolori. La zona moderna scende a gradoni fino al litorale, dove sono sorti gli stabilimenti balneari. Nelle giornate con temperatura mite e senza foschia è possibile ammirare buona parte della Sicilia, tra cui le isole Eolie e l’Etna.

Percorsi. Da Bagnara alle 9,15 prenderanno il via i ciclisti che, dopo aver effettuato una tratto di trasferimento di 5 chilometri ad andatura controllata, si misureranno sui due percorsi di gara, la Medio Fondo che si tiene sulla distanza di 87 chilometri e la Gran Fondo 117 chilometri. Percorsi speculari sino al chilometro 55 quando coloro che avranno optato per la prova regina andranno ad affrontare la salita che conduce ai 1314 metri del Lago Rumia a Gambarie, mentre i protagonisti della prova breve proseguiranno verso Sinopoli per poi far ritorno a Bagnara. I primi cinquantacinque chilometri, comuni ai due percorsi, vedranno i ciclisti impegnati su un percorso ondulato e ricco di brevi strappi che, pur non presentando difficoltà altimetriche notevoli si faranno sentire nelle gambe dei ciclisti. Nei primi chilometri di gara ci sarà inoltre l’opportunità di ammirare Palmi, la terrazza sullo Stretto, posta alle pendici del Monte Sant’Elia su dei terrazzamenti che degradano verso il mare. Prima di arrivare alla divisione dei percorsi i ciclisti transiteranno a Delianuova, località situata nell’alta valle del torrente Duverso, in una conca aperta a Sud verso la Piana di Gioia Tauro, è circondata da ulivi secolari, castagni e, dietro, dai sovrastanti “Piani di Carmelia”. Arrivati a Bivio Brandano i granfondisti andranno a scalare la salita di dieci chilometri che conduce al Lago Rumia, incastonato come un lucente smeraldo nella vegetazione. Poi la lunga discesa che porterà i ciclisti a Scilla, che la mitologia vuole raffigurata come una figura femminile, una ninfa stupenda che fece innamorare il dio marino Glauco, figlio di Poseidone, che un tempo era stato un mortale, ma oramai era un dio marino metà uomo e metà pesce. La ninfa impaurita dal mostro scappò via, così Glauco si rivolse alla maga Circe per farla tornare, senza sapere che la maga stessa era innamorata di lui. La maga, adirata per il rifiuto subito, decise di vendicarsi trasformando la ninfa in una creatura mostruosa. Così Scilla andò a nascondersi presso lo stretto di Messina, in un antro della costa calabra là dove si protende verso la Sicilia. Da lì seminava strage e terrore tra i naviganti che le passavano accanto. Così Scilla è il temibile mostro marino raccontato nell’Odissea da Omero, che con Cariddi si contendevano Ulisse nella burrascosa traversata dello stretto per far finalmente ritorno ad Itaca.

Iscrizioni. Da domani sarà possibile iscriversi alla manifestazione scaricando il modulo di adesione dal sito della società organizzatrice Team Bike Bagnara e dopo averlo compilato, inviarlo insieme alla copia del bonifico e della tessera al fax al n° 0966042028 o via e-mail: tonybottari@libero.it eteambikebagnara.1985@libero.it. La quota d’iscrizione di € 25,00 (entro il 5/03/15); € 30,00 (entro il 30/04/15) si accetteranno le iscrizioni in loco il sabato e la domenica mattina con una soprattassa di € 10,00 (Totale € 40,00) escluso noleggio chip.